Le Vie del Gusto – Ristorante La Scala, Agrigento

La Repubblica – Palermo, cinque giovani chef siciliani si raccontano attraverso i loro piatti
09/12/2019
La Stampa – Vincenzo Santalucia, l’amore per la Sicilia nel piatto
09/12/2019

All’interno dello storico palazzo Granet di Agrigento nella suggestiva cornice di via Atenea, il salotto buono della città, lo chef Vincenzo Santalucia ha aperto il suo Ristorante La Scala . Un ambiente elegante e accogliente dove quattro differenti menu ideati dallo chef scandiscono le stagioni di un anno, facendo da sfondo naturale alla scelta degli ingredienti utilizzati nei suoi piatti, tutti ispirati alla Sicilia e alla sua storia. Tra le sue specialità la Terrina di alici , Polpo a Strascinasale (il polpo cuoce nella sua acqua), Minestra di seppie , Minestra d’aragosta, Pasta con le sarde a Mare , Parmigiana di una volta, Timballo di anelletti alla norma , Tiramisù di carrube, Cannolo con crema di ricotta e salsa alle arance amare . Quella dello chef Vincenzo Santalucia è una passione per la cucina tramandata dalle nonne Rosa e Antonia, dai nonni Giacomo e Vincenzo, grandi agricoltori, e dalla mamma Crocetta. “Fin da piccolo ho vissuto tanti momenti in stretto contatto con la terra ed il mare. Già all’età di sei anni andavo con nonno Giacomo a raccogliere l’uva e aiutavo il bisnonno, Rais, a salare le sarde e il tonno delle famose tonnare di Siculiana Marina” – racconta Vincenzo – “La mia cucina predilige sapori decisi e grintosi. Ad emergere è chiaramente il forte senso di appartenenza a una terra e alla sua storia: se chiudo gli occhi ricordo ancora il sapore del pane cotto a legna , delle sarde a beccafico e dell’insalatina di foglie di capperi che mia nonna Rosa mi cucinava da piccolo. Era una maestra della cucina siciliana, preparava i famosi maccarruna arrotolandoli prima a un ferretto e mettendoli poi ad asciugare su una canna di fiume. Semplicità e memoria , questi sono i segreti della mia cucina”. chef Vincenzo Santalucia Quella di chef Santalucia è un’esperienza coltivata durante anni di studio e di gavetta nelle migliori strutture ricettive d’Italia, dalla cucina all’ Hotel Brunelleschi di Firenze al Miramonti Majestic sulle Dolomiti , apprendendo così diversi tipi di cucine , il giusto approccio alle differenti materie prime e ricoprendo tutti i tipi di ruolo all’interno delle partite. Poi l’apertura del suo primo locale, La Scala ad Agrigento , dove ha creato una cucina siciliana rispettosa della tradizione ma non esclusivamente ad essa vincolata, basata in primis sulla massima qualità dei prodotti. Non resta dunque che andarlo a trovare ad Agrigento in via Atenea 72 a cura di Marianna Mastropietro

Mostra articolo originale Ristorante La Scala, Agrigento